Prato sintetico   Erba sintetica   Parquet laminato
PAVIMENTO LAMINATO

Quando si tratta di pavimentare casa, l'ufficio o il negozio, il pavimento deve avere caratteristiche estetiche gradevoli e una resistenza tale da potere essere goduto per anni senza problemi.

In questi ultimi anni una pavimentazione ha via via guadagnato fama di "parquet miracoloso": non si graffia facilmente, resiste alle rotelle delle sedie senza logolarsi nei punti di passaggio, non teme le bruciature delle sigarette e i tizzoni ardenti dei camini, non subisce danni dalla convivenza con gli animali domestici, facile da pulire e smacchiare anche da prodotti diluibili con solventi "aggressivi". In più è semplice da posare e da manutentere: in caso di nanneggiamento le doghe possono essere sostituite o addirittura il pavimento può essere trasportato ed applicato in altre stanze. Tutto questo grazie ai nuovi incastri a clic senza colla che permettono grandi sollecitazioni dinamiche senza creare antiestetiche aperture tra i pannelli. Questa nuova tipologia di vincolo delle doghe può essere apprezzata su tutta la gamma Krono Original o FloorBlock sul sito www.parquet-laminato.it di Moplac s.n.c.

Che differenza c'è tra un pavimento in laminato ed un parquet in legno classico?

Le superfici

Laminato

Il pavimento in laminato, come tutti i tipi di pavimentazioni non omogenee, è caratterizzato da una 'faccia' ossia un decoro superficiale che definisce l'aspetto e da uno strato di usura che ne preserva la durata evitando il consumarsi dello strato decorativo.

Vero legno

Il parquet in vero legno ha uno strato spesso definito 'essenza' che può essere di pochi millimetri:2-4 fino al massello(unico blocco di legno).
I trattamenti per preservarne la durata e modificarne l'aspetto superficiale sono i più disparati e a volte rasentano il segreto professionale. Il vero legno, grazie alle proprietà assorbenti e le diverse densità delle varie essenze, assorbe e modifica l'aspetto superficiale a seconda dei trattamenti e dei fattori ambientali: questo consente di ottenere effetti da sogno in contrapposizione a veri e propri 'disastri'.
Il modo classico di proteggere il vero legno dall'usura del vissuto quotidiano sono le cosiddette 'mani' di vernice trasparente protettiva che hanno però la caratteristica di colmare le microporosità del legno e di conferire un aspetto vetroso alla superfice. Questa tecnica, nata per motivi di praticità, necessita di poca manutenzione ed è stata accettata dalla gran parte degli acquirenti come standard fino ad elevarla al rango di moda.
Una volta logoratosi lo strato superficiale (ogni 10-15 anni circa) è necessario carteggiore o rilevigare la pavimentazione per poi ripetere il trattamento.
Altre tecniche di trattare la superfice del parquet in vero legno sono: trattamento a cera e trattamento a olio. Entrambe lasciano la superfice del legno allo stato naturale con il classico effetto a 'poro aperto' ma sono di scarso contrasto all'usura e necessitato di grande cura e manutenzione.

Laminato

I pavimenti in laminato hanno una grande resistenza all'usura. Questa viene derminata con l'ormai famoso Taber Test. I risultati vengono tradotti nella scala di utilizzo AC1-AC5 altrettanto famosa per chiunque conosca i fondamentali di questo tipo di pavimentazione. Per dare un'idea generica dei valori in campo, un parquet tradizionale con 7 mani di trattamento generico, raggiunge a malapena la classificazione AC1 (uso residenziale moderato.
La pavimentazione in laminato è un prodotto completamente industriale. Questo fa si che le più recenti tecniche consentano riproduzioni superficiali del vero legno 'maniacali' imitando le più piccole sfumature superficiali con superfici:

Classiche

Krono Original: Kronofix - Castello - Narrow
Floorblock: Allegro - Esclusivo
piallate